Se si potesse azzardare un simbolismo geometrico

Per la nostra amata Teresa

“Se si potesse azzardare un simbolismo geometrico
  Teresa sarebbe senz’altro un solido.
  Non un vuoto piano, bidimensionale,
  ma un bel pieno, con tre dimensioni.
  Una sfera no, che in pendenza può scivolare.
  Neanche un cubo, dalle facce troppo uguali.
  No, nemmeno una piramide, per eccesso di spigoli.
  Per me, magari sbaglio,
  Teresa è stata come un cilindro.
  Tonda alla base, intelligente e accogliente
  e diritta in altezza, sicura, ferma.
  Una colonna.
  Ti ricorderemo per i tuoi occhi guizzanti,
  per il fare lesto e mai sbrigativo,
  per la difesa certa di ciò che sentivi giusto.
Ciao Tere e grazie.”

E Grazie alla nostra collega Silvia per queste belle parole

  1. francesca donnini scrive:

    Ciao, grazie per aver condiviso anche sul sito queste parole dense e belle, che nel sentirle durante la funzione di saluto a Teresa, facevano annuire di assenso, per essere un ricordo tanto autentico e preciso di Teresa sul lavoro. Un saluto a Mariangela, Azzurra, Silvia, Maria e tutti. Francesca Donnini

  2. Chiara scrive:

    Teresa sarà sempre un pieno dentro di me, un abbraccio caldo, un sentirsi a casa, l’esempio della dedizione e dell’amore per il proprio lavoro, il coraggio del provare e dello spingersi sempre un po’ più in là.
    Grazie Teresa per aver giocato con me!

    Chiara (sui ceci!-))

line
footer